Le ricerche sugli effetti curativi delle immagini di natura sono sorprendenti, per durata e profondità dei risultati.

STUDI E SPERIMENTAZIONI.
La natura è un vero nutrimento «neurologico» per l’uomo moderno.

E. O. Wilson, biologo

Già Ippocrate aveva sottolineato le capacità benefiche e terapeutiche della natura e degli spazi verdi.
Ma è dai primi anni ’80 che ricercatori di tutto il mondo si interessano in modo scientifico, con sperimentazioni specifiche e formulazioni di teorie, alle modalità attraverso le quali l’esposizione a scenari naturali produca effetti positivi sul corpo, la mente, lo spirito.

gli studi sui benifici apportati dalla visione
di immagini naturali.

Teoria del Recupero dallo Stress.

La teoria del recupero dallo stress è stata formulata da Roger Ulrich nel 1983 (Chalmers University). Questa, in sintesi, enuncia che la natura promuove il benessere psicofisico, attivando risposte a livello emozionale, cognitivo e fisiologico, fino alla riduzione della pressione sanguigna, della tensione muscolare e della conduttività della pelle, consentendo il recupero da situazioni di stress psicofisiologico e una significativa riduzione della percezione del dolore.

TRAILER 34
vegetables

Teoria della Rigenerazione dell’Attenzione.

Secondo la teoria della rigenerazione dell’attenzione proposta dagli psicologi Stephen e Rachel Kaplan (1989), in seguito avallata da numerosissime ricerche, la natura esercita una funzione capace di rigenerare il potenziale di attenzione diretta degli esseri umani. Questa ha dimostrato che ambienti caratterizzati da un’elevata presenza di elementi naturali permettano ai circuiti cerebrali di ristorarsi, favorendo la rigenerazione delle risorse cognitive e intuitive.

LA forza della natura.
un equilibrio di cicli e frequenze.

I video Alamar esaltano i benefici naturali integrandoli con sequenze specifiche.

 

Il metodo Alamar ha una componente in più rispetto alla semplice visione di scenari naturali,
perché non tutte le riprese curano allo stesso modo. Questo è stato dimostrato da una sperimentazione che ha messo a confronto i più bei filmati di paesaggi “generici” contrapposti alle sequenze Alamar.

I documentari di scenari naturali richiedono uno sforzo cognitivo che risulta particolarmente faticoso a chi ha deficit di attenzione. Al contempo i panorami naturali fissi, come filmati di torrenti o onde del mare che scorrono per decine di minuti, risultano troppo statici e dopo poco non catturano più l’attenzione.

Le sequenze Alamar invece sono una fusione di quiete e movimento, in quanto permettono una visione contemplativa degli scenari naturali sempre rinnovata, ma senza sbalzi. Infatti l’immagine si trasforma rimanendo coerente, senza sollecitare l’attenzione diretta ma permettendo l’immersione profonda nella natura.

Le sequenze e le frequenze vibrazionali dei filmati, inoltre, isolano informazioni precise per consentire una terapia non farmacologica mirata, uno strumento estremamente efficace per beneficiare della natura in spazi chiusi.

NATUROPATIA: VISIONE EXPERIENCE NATURE 12 COLORI IN 10 MINUTI
Misurazione effettuata con BioWell: riduzione della tensione e conseguente aumento della distensione e rilassamento del 42%
Leggi l’articolo

ALZHEIMER: PROGETTO “EXPERIENCE NATURE”
Stimolazione cognitiva/sensoriale con persone affette da Alzheimer – Nucleo A. Care Fontenuovo Fondazione Onlus, Perugia
Leggi l’articolo

ALZHEIMER: PROGETTO DI TERAPIA NON FARMACOLOGICA
Laboratorio di arteterapia con persone affette da Alzheimer – Residenze Anni Azzurri Beato Angelico, Borgo San Lorenzo (Fi)
Leggi l’articolo

ALZHEIMER: NATURA VS NATURA
I video Experience Nature contrapposti ai più bei video di natura presenti su web (musica e paesaggi BBC), Apsp Vannetti, Rovereto (TN)
Leggi l’articolo

ALZHEIMER: ARTETERAPIA
Laboratorio di pittura con persone affette da Alzheimer, Residenza Maria Grazia Cerino Zegna, Lessona (BI)
Leggi l’articolo

RECUPERO DIPENDENZE: SESSIONI DI VISIONE
I risultati della sperimentazione EXPERIENCE NATURE svoltasi presso tre comunità di recupero Il Punto Onlus Biella presentati al convegno nazionale Società Italiana Tossicodipendenze
Leggi l’articolo

ALZHEIMER

Trovo bellissimo il fatto che quando distolgo lo sguardo e poi riguardo la televisione, c’è un’altra immagine, nuova e stupenda, un fiore del quale mi sembra di sentire il profumo. E mi stupisco sempre di questo: è sempre una sorpresa! Grazie infinite per questo.” Signora A., ospite apsp Giovanelli, Tesero (TR) Leggi l’articolo

 

“Avevamo due residenti che non volevano più mangiare, ti dicevano “io non voglio più vivere, quindi non mangio”. Abbiamo messo il dvd della frutta, piuttosto che quello dell’orto e alla fine hanno iniziato a mangiare in autonomia, da soli. … Romeo da due anni non parlava più, non esprimeva più nessuna emozione. Lo accompagnavamo comunque alle sessioni perché a lui piaceva guardare i video. Un giorno ho proiettato il video del mare e di punto in bianco sentiamo “Ah, il mare!”…”. Samanta Soldin, educatore sociale APSP Santa Maria, Cles (TN)

““Ma io mai mi sarei creduta che avrei rifatto quel viaggio, mai me lo sarei immaginato”. Ha rivissuto il viaggio di nozze che aveva fatto col marito e per questo era così commossa, perché per lei quel momento è stato bellissimo. … Queste testimonianze vi fanno capire che cosa vivono quando utilizziamo uno strumento che crea bellezza terapeutica”. Cristina Falomi, educatore sociale Cooperativa Giglio Blu, Perugia

“Rivivere emozioni. Qualunque esse siano fanno risentire i nostri residenti vivi. A noi non resta che stare accanto a loro e ascoltare la sinfonia dei loro cuori e della loro vita. … Non possiamo portarli in montagna, ma possiamo portare la montagna in struttura e farli sentire di nuovo a casa. E’ questo il grande potere che abbiamo, restituiamo loro la vita. … È proprio uno strumento terapeutico, è terapia pura per l’anima e per il cuore. Da quando lo possiamo sperimentare ci sa regalare tantissime esperienze uniche con le persone di cui ci prendiamo cura”. Anna Daccordo, psicologa APSP Santa Maria, Cles (TN)

“Con l’esperienza dei video natura noi abbiamo provato, oltre ai ricordi, le emozioni. Le emozioni rimangono fino all’ultimo respiro. … Vivere questi istanti con loro suscita anche in noi operatori delle emozioni, che possiamo portarci a casa come bagaglio emozionale da poter ripescare nei momenti difficili della nostra attività lavorativa”. Angela Eccher, Responsabile Progetto Dedico, APSP Vannetti, Rovereto (TN)

Meeting Professioni di Cura 2019: Workshop Experience Nature Care, come utilizzare la TV in modo terapeutico.  Leggi l’articolo.

 

“Nel giro di 3 minuti non di più, A. lentamente smette di piangere, il suo volto si distende, il suo umore cambia completamente da angosciato a spensierato. I video sembrano davvero essere un ottimo strumento per permettere a queste persone di far riaffiorare i loro ricordi più cari”. Maria Rita Di Gioia, psicoterapeuta APSP Vannetti, Rovereto (TN)  Leggi l’articolo

“Spesso si aprono momenti di condivisione su rimembranze, racconti delle loro esperienze o ricordi, molti anche con commozione e sospiri riescono a farci capire la profondità interiore che questi video permettono di raggiungere; da lì molto spesso mi aggancio con la stimolazione cognitiva e di recupero storico-geografico. Sono entrati così in sintonia con l’esperienza che oramai diventa per loro quasi spontaneo predisporsi in ascolto e sinergia con l’attività per rispondere attivamente e con entusiasmoEnrica Pontin, educatore sociale IPAB Villa Serena, Solagna (VI)  Leggi l’articolo 

“La metodologia di narrazione congiunta con la stimolazione dei video natura suscita, attiva, trasmette emozioni. La dimensione conversazionale si intensifica nel gruppo. La dimensione del ricordo, che si attiva dal luogo naturale ma da lì solo transita per arrivare alle sensazioni e alle EMOZIONI connesse e personalissime”. Iris Dall’Aglio, educatore sociale, Certified Timeslips facilitator  Leggi l’articolo

“Le registrazioni dei valori basali della pressione arteriosa effettuate dopo l’attività di visione e narrazione hanno rivelato un calo obiettivo di 20mmHg, sia nei casi trattati con antipertensivi, sia nei casi non trattati farmacologicamente”. Cristina Falomi, educatore sociale Cooperativa Giglio Blu, Perugia  Leggi l’articolo

“Da subito abbiamo notato il gradimento dei nostri anziani per queste immagini viventi. Tutti sono stati generosi nel condividere ricordi e emozioni, apportando contributi personali nella creazione del racconto finale. La somministrazione della NPT-ES ci ha permesso di constatare la positività di questo intervento sul benessere dei partecipanti anche da un punto di vista più oggettivo. … Rileggere i racconti realizzati ci fa capire la ricchezza di questa proposta, che non si esaurisce nel tempo della narrazione vera e propria, ma continua sulla pagina scritta. Li stiamo raccogliendo con l’idea di valorizzarli e metterli in luce, custodendoli con cura”.  Paola Buelli, educatore sociale Fondazione Casa Serena, Brembate Sopra (BG)  Leggi l’articolo

“Ci sono momenti bellissimi sul ricordo, sul loro essere e proprio per questo abbiamo fatto una sessione sul mare, portando la bacinella con la sabbia, con l’acqua, le conchiglie… È stato molto, molto emozionante perché uno dei nostri residenti, che parla pochissimo e ha delle difficoltà veramente grandi, ci ha raccontato di come ha conosciuto sua moglie, proprio al mare, si è anche messo a piangere e quando l’abbiamo raccontato alla figlia, anche lei si è emozionata tantissimo perché era un ricordo che aveva da bambina, ma lo aveva dimenticato ed ora lo ha di nuovo vivo”.  Samanta Soldin, educatore sociale APSP Santa Maria, Cles (TN)  Leggi l’articolo

“L’osservazione interessante – e che a mio parere varrebbe la pena approfondire con un studio più dettagliato – è che i video hanno introdotto uno stimolo cognitivo e attentivo importante dopo un momento di rilassamento, pur mantenendo all’interno della seduta calma e tranquillità” . Nicoletta Bocca, fisiomotricista Opera Pia Cerino Zegna (BI)  Leggi l’articolo

“Molti sono stati gli obiettivi raggiunti: una signora è passata da una condizione di isolamento sociale e apatia a riscoprire la propria autonomia, a creare una routine settimanale legata all’attività, ad aumentare la sua autostima e a migliorare la manualità nel corso dei mesi. … “. Valentina Pirola, Terapista Occupazionale RSA Santa Teresa di Livraga (LO)  Leggi l’articolo

 

AUTISMO
“La potenzialità di un percorso con i video EXPERIENCE NATURE con bambini e adulti con problemi di Autismo offre molte potenzialità. E’ uno strumento per beneficiare di Input Naturali,
 senza attivare canali sensoriali come il tatto e l’olfatto”. Elisabetta Scuotto, Responsabile Sportello Informativo e Biblioteca Specializzata del Centro Servizi Autismo, Piacenza Leggi l’articolo

 

BAMBINI
“In seguito, quando ho proposto un’attività di pittura libera, nell’osservazione ho colto non soltanto un grande impegno nel lavoro che stavano svolgendo, ma soprattutto una condizione di estremo rilassamento che ha portato i bambini, che hanno lavorato alternandosi in piccoli gruppi, a rimanere in un silenzio quasi meditativo”. Alessandra Nardelli, docente scuola materna  Leggi l’articolo

“Le immagini lente e rilassanti hanno permesso anche ai due bimbi più motoriamente instabili di trovare calma e concentrazione. L’esperienza ha favorito la socializzazione, la condivisione di opinioni e idee, la capacità di adattarsi e considerare la possibilità di cambiare idee accogliendo l’altro”. Raffaella Castrale, docente scuola materna Leggi l’articolo

 

DIPENDENZE
“I risultati hanno mostrato un incremento della capacità di controllo delle emozioni nel 75% dei soggetti sperimentali, a confronto di un 23% di miglioramento riportato dai soggetti del gruppo di controllo.
 Significativo anche lo spostamento da stati d’animo quali stanco  e triste a rilassato e meravigliato”. Daniele Carraro, psicologo, Responsabile dei centri per il recupero dalle dipendenze della Cooperativa Il Punto, Biella Leggi l’articolo

 

DISAGIO PSICHICO
“I video natura sono stati materia d’ispirazione alla danza (danzamovimentoterapia). Hanno coeso il gruppo in una idea condivisa e palpabile, visibile di performance. 
La bellezza intrinseca delle immagini ha riverberato per tutto il percorso”. Iris Dall’Aglio, danzamovimentoterapeuta  Leggi l’articolo

 

ODONTOIATRIA
“La Clinica del Benessere Dentale di Torino ha scelto video e fotografie Experience Nature per rendere più confortevole, rilassante e rasserenante il tempo della cura nei tanti studi della clinica. I clienti sono più sereni, rilassati, contenti; anche il burn out dei medici è migliorato”. Laura Guasco, Direttore della Clinica Leggi l’articolo

 

TERAPIA CRANIOSACRALE
“Quello che evidentemente è successo è che Cristina Fino, nella “mediazione contemplativa” prodotta dall’osservazione del filmato e dalla sua lavorazione nel montaggio, è entrata spontaneamente nella percezione del suo corpo fluido, in contatto con le maree interne. … L’esperienza di Cristina ci dice che anche gli occhi, in certe condizioni, possono “portarci dentro”. Paolo Maderu Pincione, fondatore dell’Istituto per le Terapie CranioSacrali  Leggi l’articolo

2019 RI.GENE.RA Evento nazionale sull’influenza delle frequenze sulle staminali

Estratti dall’intervento di Cristina Fino

2019 RI.GENE.RA Evento nazionale sull’influenza delle frequenze sulle staminali

Maurizio Forza introduce Cristina Fino  – estratti

2019 Meeting Professioni di Cura

Cristina Fino presenta E.N.CARE,

il 1° canale tv terapeutico

2019 Meeting Professioni di Cura

Anna Daccordo, psicologa: i video Experience Nature come strumento terapeutico

ALZHEIMER

2019 Meeting Professioni di Cura

Cristina Falomi, educatrice: testimonianze

ALZHEIMER

2019 Meeting Professioni di Cura

Angela Eccher, responsabile di nucleo: testimonianze

ALZHEIMER

2019 Meeting Professioni di Cura

Samanta Noldin, educatrice: testimonianze

ALZHEIMER

2019 Meeting Professioni di Cura

Cristina Fino spiega Experience Nature

2018 “Aspettando Alzheimer Fest”

Cristina Fino spiega il metodo Experience Nature nella cura della persona

ALZHEIMER

2018 “Aspettando Alzheimer Fest”

Samanta Noldin, educatrice, racconta la sua esperienza con i video Experience Nature

ALZHEIMER

2018 Meeting Professioni di Cura

Cristina Falomi racconta la sua esperienza con Experience Nature nella narrazione creativa.

ALZHEIMER

2017 Workshop Terapie non Farmacologiche Forum Nazionale della Non Autosufficienza

NON AUTOSUFFICIENZA

2017 Convegno Oncologia Integrata, Modena Forum Monzani

ONCOLOGIA

2017 Coltivare la Bellezza nelle RSA, relatrice Cristina Fino

ALZHEIMER

2016 III Convegno Sente-Mente Day, relatrice Dott.ssa Di Gioia

ALZHEIMER

2016 III Convegno Sente-Mente Day, relatrice Cristina Fino

ALZHEIMER

2015 Convegno Nazionale Società Italiana Tossicodipendenze, relatore Dott. Carraro

DIPENDENZE

2015 I Convegno “Le immagini oltre la memoria”, Università di Pisa

ALZHEIMER

2015 IV Convegno di Neuroscienze e Neuropsicologia, organizzato da PerFormat

BAMBINI e ALZHEIMER

2015 Meeting delle Professioni Sociosanitarie, relatrice Dott.ssa Di Gioia

ALZHEIMER

2015 Convegno le Immagini oltre la Memoria, Museo Storia Naturale Università di Pisa

ALZHEIMER

2015 II Convegno Sente-Mente Day di Letizia Espanoli

ALZHEIMER

2014 I Convegno Sente-Mente Day  di Letizia Espanoli

ALZHEIMER

Altre partecipazioni:

  • 2016 Convegno Nazionale “Le immagini nella Cura” indetto da ASL Biella e Pensieri Circolari – Medicina Narrativa
  • 2013 Forum Nazionale sulla Non Autosufficienza, Bologna
  • 2013 Convegno Nazionale Alzheimer, Novara
  • 2013 Convegno Cerchio della Vita, Modena